Close

Vaccino antimeningococco

Vaccino antimeningococco

La malattia

La meningite è un’infiammazione delle membrane che rivestono il cervello e il midollo spinale ed è causata da un batterio, il meningococco (Neisseria meningitidis), che attraverso le vie respiratorie può giungere fino alle meningi e in alcuni casi a diffondersi in tutto l’organismo provocando infezioni gravissime.Ci si può ammalare di meningite a qualunque età, ma la fascia più colpita è quella dei bambini con meno di 1 anno di età e quella degli adolescenti tra i 12 e i 21 anni. Nonostante sia possibile la cura con antibiotici la malattia tende ad evolversi molto rapidamente e anche se diagnosticata tempestivamente può provocare la morte nel 10-15 % dei casi e anche in caso di sopravvivenza si possono presentare gravi complicazioni che comportano l’amputazione di arti o segmenti di arti, malattie del sistema nervoso come paralisi, convulsioni e ictus. Si conoscono 13 ceppi di meningococco ma solo 5 (A, B, C,W-135, Y) provocano patologie invasive. I sintomi più comuni sono: febbre alta improvvisa, forte mal di testa, rigidità della nuca, nausea, vomito, convulsioni, fotofobia, alterazione della coscienza. Per le persone che hanno avuto un contatto diretto con una persona contagiata l’assunzione di terapie antibiotiche mirate in tempi brevi può prevenire e interrompere la trasmissione dell’infezione.

Il vaccino

I vaccini contro i vari ceppi di meningococco sono vaccini inattivati, ottenuti cioè con frammenti di batterio quindi resi innocui per l’organismo e sono coniugati, legati cioè a una proteina per renderli più efficaci. Si somministrano per via intramuscolare.
Sono disponibili tre tipi di vaccino:

  • il vaccino coniugato tetravalente contro i tipi A, C, W-135 e Y, che può essere utilizzato dopo il primo anno di vita;
  • il vaccino contro il meningococco B, che può essere somministrato a partire dai 2 mesi compiuti;
  • il vaccino coniugato monovalente contro il meningococco C,che può essere utilizzato a partire dai 2 mesi compiuti.

Effetti collaterali

In generale i vaccini sono ben tollerati. Tuttavia talvolta nella zona dell’iniezione possono presentarsi rossori, gonfiori e dolore. In alcuni casi possono presentarsi disturbi transitori come febbre, mal di testa, dolori muscolari o articolari.

Per chi è consigliata la vaccinazione

La vaccinazione, prevista per i bambini, è consigliata per gli adolescenti che non siano stati precedentemente immunizzati e per quelle persone che debbano viaggiare in aree del mondo in cui la malattia meningococcica è comune, come ad esempio in alcune regioni dell’Africa.

Chi è esonerato dalla vaccinazione

In generale non deve essere vaccinato chi ha manifestato una reazione allergica ad un principio attivo o a un eccipiente contenuti nel vaccino e tutti i soggetti che hanno manifestato reazione allergica ad una dose precedente del vaccino.

Fonti: Le Vaccinazioni nell’Infanzia e nell’Adolescenza (Servizio Sanitario Emilia Romagna), VaccinarSì (Ministero della Salute).

Post Correlati

Questo sito utilizza cookies in conformità con le Linee guida del Garante Privacy entrate in vigore dal 9 gennaio 2022. I dati sono gestiti in maniera aggregata ed anonima. Clicca su ACCETTO per continuare la navigazione. Buona lettura! maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi